Categorie
Senza categoria

Breve Introduzione alla Legge Naturale

Introduzione ai concetti base della Legge Naturale, o Legge di Natura

COS’È LA LEGGE NATURALE?

La definizione che daremo qui di Legge Naturale è quella datale dal filosofo contemporaneo Mark Passio (che ha tenuto lunghi seminari sull’argomento e ha prodotto un breve documentario introduttivo, che abbiamo tradotto in italiano). Il concetto non è niente di nuovo, risale all’antichità ed è giunto fino a noi tramite vari filosofi, giusnaturalisti, libertari e occultisti.

Tuttavia, riteniamo che questa sia la definizione più chiara: la Legge Naturale è un insieme di condizioni universali, intrinseche, oggettive, non create dall’uomo, eterne e immutabili, che governano le conseguenze del comportamento umano (o, in generale, di esseri dotati della capacità di comprendere la differenza tra azioni lesive e non lesive per altri esseri senzienti).

COS’È UN DIRITTO?

Nella stragrande maggioranza dei casi il significato di “diritto” viene completamente travisato, quando non falsificato.

Un Diritto è un’azione che quando compiuta non causa danno o perdita ad altri.

Se ciò che fate non è causa di danno per altri è vostro Diritto farlo, e non è lecito che vengano utilizzate violenza o minaccia dell’uso di violenza contro di voi per impedirvi di farlo.

Le azioni che invece sono lesive e causano danno o perdita NON sono Diritti e non si possiede MAI il Diritto di compierle.

Molto importante: se qualcosa NON è un Diritto, allora non lo è per NESSUNO, non importa a quale istituzione appartenga. Un atto illecito non si trasforma in Diritto neanche se delegato a delle cosiddette “autorità” o “istituzioni”, allo Stato ecc.

I DUE FONDAMENTI

La Legge Naturale ha due fondamenti, o pilastri basilari. Questi sono il Principio di NON AGGRESSIONE e il Principio di AUTODIFESA.

Il Principio di NON AGGRESSIONE stabilisce che non è mai lecito usare la Violenza, ovvero violare i Diritti altrui tramite uso diretto illegittimo di forza fisica, ma anche coercizione e raggiro.

Il Principio di AUTODIFESA stabilisce che tutti hanno Diritto di difendersi mediante l’uso della forza, fino ad arrivare anche alla forza letale, in caso vengano fatti oggetto di Violenza e i loro Diritti vengano attaccati da altri.

Vivere in accordo con la Legge Naturale e con questi due Principi è ciò che viene richiesto per poter far sì che come condizioni predominanti nel nostro mondo si manifestino Libertà, armonia e desiderio di Verità invece di Schiavitù, violenza e mania di controllo.

MORALITÀ E LIBERTÀ

Esiste una relazione tra il grado di Moralità presente in una società e il fatto che questa sia più o meno libera?

Il fattore che determina quanta Libertà è presente in una società è la Moralità.

Ciò che è Morale è ciò che è Giusto, ovvero in accordo con la Legge Naturale. Delle azioni giuste, morali, non sono lesive e non risultano in danno verso gli altri.

La Moralità è oggettiva, non varia a seconda del luogo, del tempo, delle percezioni o delle leggi umane.

La Libertà e la Moralità sono direttamente proporzionali.

All’aumentare della Moralità, la Libertà aumenta; al diminuire della Moralità, la Libertà diminuisce.

Questa è stata definita come la Legge della Libertà.

Non potrà mai esistere vera Libertà in una società per la maggior parte immorale e che è pervasa dal relativismo morale, cioè l’idea che non esistano differenze oggettive tra il Giusto e l’Ingiusto e quindi sia possibile stabilire arbitrariamente cosa sia Giusto (o cosa sia un Diritto) e cosa non lo sia.

Per approfondire ulteriormente: https://monarchiainteriore.com/2020/10/28/la-legge-naturale/