Cos’è la Consapevolezza?

*Questa sezione è stata tradotta dal sito internet di Mark Passio, WhatOnEarthIsHappening.com: https://www.whatonearthishappening.com/part-1-the-solution

La maggior parte delle persone, quando gli viene chiesto cosa sia la Consapevolezza, risponderà che è lo stato in cui si è svegli. Questo è certamente vero, perché di questo si tratta. Ma quando le persone danno questa risposta, stanno quasi sempre parlando della condizione dell’essere fisicamente svegli. Questo non è il tipo di Consapevolezza di cui stiamo parlando qui. Perché uno potrebbe essere fisicamente sveglio, eppure essere ampiamente o totalmente inconsapevole nel suo stato cognitivo generale.

Se consultiamo un normale dizionario o enciclopedia, troviamo che la Consapevolezza viene comunemente definita come “le caratteristiche di un essere generalmente considerate come comprendenti qualità come la soggettività, la coscienza di sé, la senzienza, la sapienza, e la capacità di percepire le relazioni tra sé stesso e il proprio ambiente”.

Soggettività significa la percezione personale della propria esistenza. La coscienza di sé significa che uno è in grado di ponderare e comprendere il fatto di essere effettivamente consapevole delle proprie caratteristiche e percezioni (essere consapevole di essere consapevole, per così dire). La senzienza è la capacità di provare percezioni e sentimenti. La sapienza è discernimento o saggezza, la capacità di sapere che alcune cose sono più desiderabili di altre, se si preferisce una particolare condizione o risultato.

Questa definizione di Consapevolezza fa generalmente un buon lavoro nel descrivere accuratamente tale condizione. Ma potremmo esprimere la definizione di base di cosa sia veramente la Consapevolezza in modo più semplice e conciso. Tenendo a mente e partendo dalla definizione popolare da dizionario, si potrebbe dire che nella sua essenza, la Consapevolezza è la capacità di un essere di riconoscere andamenti e significati per quanto riguarda eventi che hanno luogo sia all’interno di sé stesso, sia nella dimensione in cui il sé esiste ed opera.

Questa capacità è la forza motrice fondamentale di tutta la Creazione. Si potrebbe dire che tutta la Creazione stessa SIA Consapevolezza in varie forme e stati di coscienza. Perché esista la materia, è richiesta Consapevolezza. La Consapevolezza crea degli effetti osservabili che percepiamo nel nostro mondo. Tutto ciò che esiste nella dimensione apparentemente “esterna” esiste dapprima come costrutto nella Consapevolezza, prima di diventare manifesto tramite l’assunzione di forma.

La Consapevolezza, o la mancanza di essa, è l’entità responsabile per la condizione in cui ci troviamo, in ogni tempo e luogo. E’ responsabile per l’attuale condizione della Terra e di tutte le persone e gli animali che ci vivono. Quasi tutti quelli a cui viene chiesto “pensate che le cose siano perfetto nel modo in cui stanno andando su questo pianeta?” risponderanno “no”, e diranno che le cose potrebbero, e dovrebbero, essere molto meglio, paragonate a come sono attualmente. Eppure, per quanto alcuni siano consapevoli che qualcosa non torni in ciò che sta succedendo qui, pochi riescono ad andare al nocciolo della questione e riconoscere cos’è che causa tutta la sofferenza e la negatività che pare che gli esseri umani debbano perennemente sopportare sulla Terra.

La radice di tutti i problemi che affrontiamo, senza dubbio di tutti i problemi che l’umanità abbia mai dovuto affrontare, risiede nella Consapevolezza individuale degli esseri umani su questo pianeta in qualsiasi momento. La nostra apparente incapacità di alleviare la nostra sofferenza, provocata da questi problemi, è sempre causata da una cosa sola: uno squilibrio nella Consapevolezza che porta a una diminuzione della consapevolezza cosciente. Meno Consapevolezza abbiamo, meno riconosciamo gli schemi di comportamento e gli eventi che hanno portato alla sofferenza. Quando lavoriamo per aumentare la nostra Consapevolezza, sviluppiamo maggiormente la capacità di riconoscere gli andamenti che hanno portato a risultati negativi, e pertanto diventiamo più in grado di evitare esiti negativi e creare risultati e condizioni positive.

Lo scopo della nostra esistenza collettiva è aumentare costantemente la nostra consapevolezza cosciente finché non padroneggeremo la nostra capacità di sviluppare sapienza, la capacità di compiere scelte consapevoli corrette, utilizzando appropriato discernimento, per apportare effetti, condizioni e relazioni positive nel nostro mondo. Questo processo è l’obiettivo del cammino spirituale e la manifestazione del Volere della Creazione. E’ l’Evoluzione della Consapevolezza.

Nei tempi in cui attualmente viviamo, l’umanità è giunta al punto critico del suo percorso evolutivo. Gli esseri umani possiedono simultaneamente (forse per la prima volta nella nostra esistenza, a questo livello) la capacità di creare un vero e proprio paradiso in Terra, in cui la sofferenza degli esseri di questo mondo potrebbe venire virtualmente eliminata una volta per tutte, e la capacità di distruggere non solo tutta la vita umana, ma anche la vita di ogni essere vivente sull’intero pianeta. Una di queste situazioni è miracolosamente promettente, l’altra incredibilmente orribile. Il fatto che esistano entrambe in affiancamento simultaneo di certo rende i tempi in cui viviamo piuttosto interessanti ed eccitanti.

Mentre queste due potenzialità competono l’una con l’altra, così fanno l’accrescimento e il decrescimento della Consapevolezza umana. Stiamo vedendo la Consapevolezza crescere con incredibile accelerazione in un numero sempre più grande di esseri umani come forse mai prima nella storia. Fianco a fianco a questo processo, stiamo anche vedendo la Consapevolezza di sempre più persone venire deviata, disattivata, e forse distrutta dalle forze della Paura e del Male, più che in ogni altro periodo della storia.

Ciò che è richiesto per superare la condizione di sofferenza in cui ci troviamo attualmente è un aumento e un’accelerazione di questo processo di consapevolezza cosciente a livello dell’individuo e poi a livello globale. Questo risveglio globale avrà luogo solamente una volta che abbastanza individui avranno fatto sufficienti cambiamenti consapevoli dentro di loro affinché queste energie si riversino nella Consapevolezza collettiva dell’umanità, in cui questo cambiamento accelererà ancora più velocemente e diventerà una cosa abituale.

Mentre è vero che stiamo attraversando un periodo oscuro prima che questa luce della consapevolezza emerga in tutta la sua piena presenza, preferisco vedere la situazione speranzosa piuttosto che tetra. Sempre più persone stanno diventando Consapevoli, Coscienti e SVEGLIE. Il cambiamento nella Consapevolezza, questo cambio di paradigma, STA avvenendo, e niente può trattenerlo, perché è nostro diritto di nascita.

Quando emergeremo da questo bozzolo evolutivo, la nostra metamorfosi sarà completa, e ci risveglieremo in un nuovo giorno e in un nuovo mondo. La fine del cammino si unirà ad un nuovo inizio per completare il cerchio. E conosceremo veramente noi stessi per la prima volta.