Cos’è la Verità?

*La sezione “Introduzione” è stata tradotta dal sito internet di Mark Passio, WhatOnEarthIsHappening.com:

La Verità è l’espressione di tutto ciò che esiste. La Verità è semplicemente ciò che è.

Questo significa che la Verità è formata da tutte le informazioni, in ogni spazio, tempo, frequenza e dimensione dell’esistenza.

La Verità è incrollabile. Essa semplicemente è, ed è sempre semplice. E’ solamente la nostra percezione che oscilla o verso la Verità, o lontano da essa, ma la Verità di per sé è semplicemente ciò che è. Alcuni tenteranno di vendervi la bugia che la Verità non esiste, che ciò che è vero non può mai essere conosciuto, o che è solo la nostra percezione della Verità a costituire la realtà. Nel peggiore dei casi, queste sono deliberate menzogne da parte di coloro che tentano di ingannarci intenzionalmente. Nel migliore dei casi, sono opinioni scorrette di chi è stato fortemente ingannato.

La verità è che la Verità esiste. E’ conoscibile. Tu ne puoi diventare sempre più consapevole nella tua esperienza. Questa è, di fatto, la ragione per cui esistiamo.

Gli organi sensoriali di un essere umano sono programmati per percepire informazioni contenute solo in una gamma di frequenze estremamente ristretta rispetto a tutto ciò che effettivamente esiste. La nostra capacità di ricevere ed elaborare informazioni tramite questi organi sono i nostri sensi. Questi includono la vista, l’udito, l’olfatto, il gusto e il tatto. C’è anche un sesto senso che possediamo (anche se molti non ci credono), chiamato intuizione, uno stato di semplice sapere, la capacità di riconoscere un aspetto della Verità, senza essere esattamente consci di come lo sappiamo.

Non pretenderei di dire che gli esseri umani nella loro forma attuale possono conoscere l’intera Verità di tutta la Creazione, dato che gli organi sensoriali che possediamo non sono in grado di ricevere informazioni esistenti al difuori dei loro limiti percettivi. Usiamo spesso la tecnologia come estensione dei nostri sensi naturali per venire a conoscenza di informazioni che risiedono fuori dalla nostra percezione sensoriale. Ma anche la tecnologia ha i suoi limiti, e così tante sono le informazioni che risiedono al difuori dei limiti percettivi di qualsiasi tecnologia che possediamo attualmente, o che potremmo inventare in futuro. Ciò che sto asserendo è che siamo in grado di conoscere l’insieme di informazioni che si sono manifestate e risiedono entro i limiti percettivi sia dei nostri sensi che della tecnologia.

Questo significa che siamo sicuramente in grado di diventare consapevoli di ciò che sta avendo luogo sia dentro noi stessi, sia negli eventi manifesti del mondo in cui viviamo, la dimensione che chiamiamo Terra. Queste informazioni saranno sempre conoscibili perché la realtà in cui viviamo è olografica per natura. Ciò significa che la Verità sull’universo in cui esistiamo (il macrocosmo), ci viene rivelata tramite il diventare sempre più consci anche delle parti più piccole (il microcosmo) che ne formano il tutto.

Questo è un altro modo per dire che per poter diventare più consapevoli di come è strutturato e di come si comporta il Cosmo, dobbiamo diventare più consapevoli di come noi stessi siamo strutturati e di come ci comportiamo. Attraverso quest’aumento di consapevolezza, le parti del tutto diventano più consce di sé stesse, e pertanto più consce del tutto di cui sono parte. In questo modo, l’interezza del Cosmo diventa più consapevole di sé stessa, e così si compie la Volontà della Creazione.

Siccome la Verità si manifesta olograficamente, le informazioni che costituiscono la Verità, non possono mai venire distrutte, perché sono letteralmente in ogni singola cosa nella creazione. Pertanto la Verità è sistemicamente preservata. L’unico modo in cui potrebbe mai essere sradicata, sarebbe distruggere ogni elemento di tutta la creazione, cosa che, per quanto ne so, nessuno è stato ancora in grado di fare. Comprendere l’indistruttibilità della Verità ci consente di capire che chiunque creda veramente che la Verità possa essere soppressa e infine distrutta sta vivendo in un profndo stato di paura, illusione e diniego. Si stanno infuriando contro ciò che è, e coloro che lo fanno, raramente finiscono in buone condizioni.

I tempi che stiamo attualmente vivendo sono l’inizio di un processo nel quale la specie umana sta diventando sempre più conscia dell’esistenza della Verità e sta vivendo una profonda connessione con essa nel profondo del suo essere. Questo processo continuerà finché non sarà compiuto attraverso l’espansione della nostra Consapevolezza collettiva e la sua evoluzione verso la Verità. Sarà anche compiuto tramite la nostra partecipazione alla battaglia ideologica che sta avendo luogo proprio in questo momento contro coloro che stanno combattendo questo processo della Creazione.

Personalmente io so quale parte della battaglia ho scelto, perché ho sconfitto la mia paura e il mio ego al punto da non credere di poter mettermi contro il Volere della Creazione e uscirne vincitore. Io, personalmente, ho smesso di infuriarmi contro ciò che è, e mi sono immesso nel flusso della Creazione. Ho visto che è molto più confortevole così.

So anche che, a prescindere da chi sembri essere al potere o in controllo in ogni dato momento, la Verità vincerà sempre. Se hai riconosciuto la Verità in quello che hai appena letto, comprenderai anche che non potrebbe essere altrimenti.